Cos’è l’identità sessuale e perché parlarne con un* psicolog*?

Le 4 componenti dell’identità sessuale

Non tutt* conoscono la definizione di “identità sessuale”: spesso viene direttamente collegata alla sessuologia oppure identificata con la disforia di genere. In realtà, l’identità sessuale è qualcosa di ancora più complesso e affascinante, quindi ne approfitto per aiutarti a chiarirti le idee.

Tutt* noi abbiamo un’identità sessuale, anche se non abbiamo una vita sessuale o non siamo interessat* al sesso: è impossibile, quindi, non averne una e iniziamo a svilupparla fin da piccol*. Ci sono alcune persone a cui la propria identità sessuale può creare disagio, non perché sia sbagliata – non lo è mai – ma perché le persone intorno a loro non riescono ad accettarla. Altr* ancora, invece, (giovani e meno giovani) la propria identità sessuale la stanno ancora esplorando.

Quello di identità sessuale è un costrutto che racchiude 4 diverse componenti:

  • Il sesso biologico è il sesso con cui siamo nat*: nella maggioranza dei casi maschio o femmina, ma ne esistono anche altri come quello intersessuale.
  • L’identità di genere indica il genere in cui ci riconosciamo. Possiamo riconoscerci in un genere specifico (maschio o femmina) oppure in nessuno dei due o in un genere non definito da questi due poli. L’identità di genere non sempre corrisponde al sesso biologico e quando una persona soffre a causa di una forte discrepanza tra il proprio sesso biologico e il genere in cui si riconosce, sperimenta una condizione chiamata disforia di genere.
  • Il ruolo di genere: l’insieme dei comportamenti che vengono socialmente e culturalmente attribuiti ad un determinato genere. Possiamo decidere se allinearci del tutto ai ruoli di genere che ci vengono insegnati, allinearci solo in parte o per nulla in base a quanto ce ne sentiamo rappresentat*
  • L’orientamento sessuale indica il genere da cui siamo attratt*: possono essere le persone del genere opposto o del nostro stesso genere, così come possiamo essere attratti da entrambi i generi binari (maschile e femminile), da tutti i generi compresi quelli non binari oppure da nessun genere. L’orientamento sessuale è una predisposizione naturale dell’individuo: non è mai una scelta né tantomeno il sintomo di un disturbo da correggere e rimane generalmente stabile nel corso della vita, anche se è possibile sperimentare dei cambiamenti nel proprio orientamento.
Quando rivolgersi all* psicolog*?

L’aiuto di un* psicolog* sensibile e competente su questi temi può sicuramente esserti utile. In generale, per esplorare e scoprire sempre di più te stess*, migliorando la tua autoconsapevolezza e il tuo benessere, ma in particolare se ti riconosci in uno o più di questi vissuti:

  • Hai dubbi o preoccupazioni riguardo alla tua identità di genere o al tuo orientamento sessuale.
  • Hai dubbi o preoccupazioni sull’identità di genere o l’orientamento sessuale di un* famigliare o di un* amic* e questo ti crea ansia, imbarazzo o disagio.
  • Sei genitore, figli*, parente o amic* di una persona che fa parte della comunità LGBT+ e hai difficoltà a starle accanto come vorresti, oppure semplicemente vorresti imparare a farlo nel modo migliore. 
  • La tua identità di genere o il tuo orientamento sessuale ti creano ansia, preoccupazione o imbarazzo perché li avverti come sbagliati, anormali oppure in conflitto con altre parti di te.
  • Sei sempre stato convint* del tuo orientamento sessuale ma, da qualche tempo, nutri qualche dubbio e questo non ti fa sentire bene.
  • Hai pensieri e fantasie che credi siano sbagliati o anormali e questo ti fa provare ansia, disagio o preoccupazione.
  • A volte ti senti obbligat* a fare qualcosa solo perché sei maschio o “perché sei femmina” e le aspettative che gli altri hanno su di te non ti fanno sentire pienamente liber* e a tuo agio.
  • Vorresti sperimentare nella tua sessualità ma ti senti bloccat* perché temi che alcuni comportamenti non ti si addicano o siano sconvenienti perché “troppo da maschio” o “troppo da femmina”.
  • Vuoi intraprendere o hai già iniziato un percorso di cambio di genere e senti che un supporto psicologico potrebbe aiutarti ad affrontare al meglio le varie fasi di questo cammino.
  • Fai parte della comunità LGBT+ e hai figli – oppure vorresti averne – e senti che il supporto psicologico di un professionista potrebbe aiutarti a trovare un migliore equilibrio tra la tua identità e il tuo essere genitore, aiutandoti anche a gestire resistenze e discriminazioni esterne. 

Se questi argomenti ti toccano da vicino oppure sei solo curios* di saperne di più, puoi approfondire qui:


Hai dubbi, preoccupazioni o domande e vorresti parlarne in uno spazio sicuro, privo di pregiudizi, in cui poterti conoscere meglio, affrontare le difficoltà e scoprire le tue potenzialità?

Scrivimi a lauramassaripsicologa@gmail.it oppure chiama o manda un messaggio (anche su Whatsapp) al numero 375 5941119.